Horto de i semplici

Si assiste, con questo orto sapientemente curato da mani esperte, ad una riqualificazione di uno spazio urbano storico, per favorire la partecipazione sociale e collettiva in un luogo con piante spontanee ed officinali.
Fin dal Medioevo i "Semplici" (varietà vegetali con virtù medicamentose) si coltivavano in piccoli orti cittadini.
In seguito se ne diffuse la coltivazione soprattutto negli orti situati presso i monasteri e, successivamente, anche nelle scuole di medicina e farmacia delle Università italiane.
Questi orti divennero presto luoghi di studio, di formazione scientifica, di sperimentazione e di didattica, oltre che di ricerca e diffusione delle informazioni.

L'intervento realizzato mira al recupero e alla riqualificazione di uno spazio che, fin dalle origini, era sede dell'orto monastico.
In tale spazio si è voluto dare vita ad un orto-giardino di mq 75 circa, diviso in 8 sezioni.
Ogni sezione corrisponde alle rispettive azioni benefiche delle piante, raccolte in numerose varietà e in prevalenza di origine spontanea.

hortodeisemplici Cupramontana